Continental diventa partner ufficiale del Tour de France

  • Christian Prudhomme, Direttore Generale del Tour de France, e Nikolai Setzer membro del comitato esecutivo di Continental AG responsabile acquisti aziendale e capo della divisione pneumatici siglano un accordo di sponsorizzazione
  • Continental fornirà pneumatici per tutte le auto e le motociclette ufficiali di supporto al Tour
  • Continental vanta una lunga tradizione nello sviluppo e nella produzione di pneumatici ad alta tecnologia per il Tour de France e per le principali gare ciclistiche di tutto il mondo

A partire dal 2018 Continental sarà partner ufficiale del Tour de France. L’accordo di sponsorizzazione è stato ufficialmente confermato da Christian Prudhomme, direttore generale Tour de France, e da Nikolai Setzer, membro del comitato esecutivo di Continental AG, responsabile acquisti aziendali e a capo della divisione pneumatici.

“Per Continental diventare partner ufficiale è un passaggio logico visto il nostro impegno per lo sviluppo e la produzione di pneumatici ad alta tecnologia per biciclette da corsa, pneumatici utilizzati anche al Tour de France” ha sottolineato Setzer nel corso della cerimonia tenutasi a Parigi. “Attraverso questa iniziativa intendiamo dimostrare la nostra grande esperienza nella produzione di pneumatici in un ambiente unico di importanza mondiale: una gara ciclistica che richiede non solo la massima sicurezza ma anche elevati standard di riferimento in termini di resistenza al rotolamento e al peso”. Solo lo scorso anno, nove team in gara al Tour de France hanno gareggiato con pneumatici Continental, incluso il vincitore del Tuor Chris Froome.

Il Direttore Generale del Tour de France Christian Prudhomme ha aggiunto: ”E’ un onore dare il benvenuto a Continental al Tour de France – una società di livello internazionale con oltre 145 anni di know-how ai vertici del suo settore. Il fatto che Continental leghi il proprio nome alla più importante corsa ciclistica del mondo è molto simbolico. L’impegno di A.S.O. (Amaury Sport Organization) in termini di sicurezza nelle gare ciclistiche in combinazione con la ricerca di Continental per lo sviluppo di pneumatici sempre più efficienti, conferma i valori e la logica di questa partnership. Lo pneumatico è il solo punto di contatto tra la bicicletta e la strada; è quindi l’elemento chiave nella pratica di questo sport”.

Dal 2018 in poi, per un periodo iniziale di cinque anni, Continental manterrà una visibilità importante all’interno della corsa ciclistica più dura del mondo. Tutti i veicoli di supporto ufficiali – auto, furgoni e motociclette – al Tour de France saranno equipaggiati con pneumatici Continental.

Read More

Il nuovo WinterContact TS 860 S assicura prestazioni “cool”

  • Il nuovo pneumatico invernale per auto sportive e berline di lusso ad alte prestazioni sarà disponibile già in autunno
  • Lo specialista invernale è stato progettato pensando alla guida sicura e sportiva
  • Previste approvazioni da parte delle principali case automobilistiche europee

Con il nuovo WinterContact TS 860 S Continental aggiunge alla sua vetrina un pneumatico invernale per auto potenti e sportive progettate per una guida dinamica. Il WinterContact TS 860 S sarà disponibile nel mercato della sostituzione e in quello del primo equipaggiamento, con il proposito di offrire alle case automobilistiche versioni personalizzate e proprietà di handling diverse al massimo livello. Il nuovo pneumatico assicura prestazioni top in termini di distanze di frenata e handling sia su strade asciutte che sulla neve. Per l’arrivo dell’inverno, il nuovo WinterContact TS 860 S sarà prodotto in 14 misure. La gamma include diametri da 18 fino a 21 pollici, con codici di velocità fino a 270 km/h.

Con il WinterContact TS 860 S, Continental risponde a richieste anche molto diverse tra loro di produttori e automobilisti di auto ad alte performance. Così quando il pneumatico si trovava ancora nella fase di sviluppo, l’attenzione si è concentrata soprattutto su brevi distanze di frenata, su precisione di handling sull’asciutto e proprietà al top di handling sulla neve. Questo specialista invernale ottiene le sue brevi distanze di frenata grazie al “braking groove” – un’ampia scanalatura che attraversa il centro del battistrada, offrendo una larga superficie con la quale rafforzare la presa. Tasselli rigidi e ampi sulle spalle garantiscono la massima presa per una risposta precisa di sterzo, mentre le tante scanalature e lamelle di trazione nei tasselli del battistrada creano un buon incastro con la neve, consentendo una guida sportiva anche su tipiche strade invernali. Per il settore della sostituzione, Continental ha preparato una mescola che assicura alta flessibilità anche in inverno. Sul fronte del primo equipaggiamento, Continental mira a soddisfare le specifiche e differenti necessità di produttori come Audi Sport GmbH, BMW M Gmbh, Mercedes-AMG e Porsche con mescole personalizzate in ciascun caso.

Questo nuovo pneumatico invernale ad alte prestazioni raccoglie il testimone di due modelli top-performing, come il ContiWinterContact TS 830 P e il WinterContact TS 850 P, che hanno ottenuto i massimi voti in una serie di test condotti da riviste automobilistiche e automobile club. I due predecessori si sono rivelati molto popolari nel primo equipaggiamento. Il TS 830 P, per esempio, ha ottenuto 104 approvazioni di costruttori, mentre il TS 850 P con la sua gamma più ridotta di modelli ne ha guadagnate quasi 50. Ancor prima del suo lancio commerciale, il nuovo WinterContact TS 860 S è già sottoposto a test di approvazione di alcuni dei principali produttori auto in Europa.

Sul fianco, il nuovo pneumatico reca non soltanto il nome del prodotto e le sigle di identificazione obbligatorie ma anche la bandiera a scacchi stilizzata del pneumatico estivo U-UHP SportContact 6, così come il familiare “fiocco di neve” che appare sugli altri pneumatici invernali di Continental. Il pneumatico ha superato i test necessari per ottenere il simbolo del fiocco di neve dentro una montagna a tre picchi che devono recare tutti I pneumatici invernali approvati pronti per il mercato. Sull’etichetta UE, il WinterContact TS 860 S ha ottenuto un rating classe C per la presa sul bagnato e, a seconda della specifica un rating classe B, C o E per la resistenza al rotolamento. Nel rating della rumorosità, questo pneumatico silenzioso è stato premiato con il simbolo delle due barre nere.

Al momento del lancio sul mercato, Continental avrà disponibili 14 misure per cerchi dai 18 ai 21 pollici, sei dei quali dotati delle tecnologie SSR runflat e ContiSilent per viaggi particolarmente silenziosi. Il WinterContact TS 860 S sarà disponibile in larghezze tra 225 e 315 millimetri con un rapporto dimensionale dal 60 al 30% e approvato per velocità sino a 270 km/h (indice di velocità “W”).

Read More

Continental con Rainer Zietlow sulla “Via della Seta”

  • I pneumatici ContiCrossContact™ LX Sport scelti per il tentativo di record mondiale sulla via di Marco Polo

Si è svolta ieri al porto di Venezia – alla presenza della autorità locali – la cerimonia di partenza del viaggio Venezia-Shangai-Venezia, il percorso sulla “Via della Seta” previsto dal pilota tedesco Rainer Zietlow, che lega il proprio nome a straordinari viaggi in auto intorno al mondo. Partenza dunque dalla città lagunare il 25 luglio e ritorno il mese successivo, esattamente il 25 di agosto, dopo aver percorso circa 12.000 km a bordo di una Volkswagen Tiguan. Sarà sulla strada del ritorno, sul percorso Shangai – Venezia, che l’equipaggio tenterà di stabilire il record mondiale percorrendo la distanza in meno di 6 giorni.

Tra i protagonisti del viaggio anche gli pneumatici ContiCrossContact™ LX Sport, scelti da Zietlow per questa impresa che porterà l’equipaggio ad affrontare fondi stradali molto diversi e condizioni climatiche talvolta estreme. Proprio l’esigenza di ottenere la massima affidabilità abbinata a prestazioni elevate sui differenti terreni sono alla base della scelta di questo pneumatico. Si tratta di uno pneumatico studiato appositamente per SUV potenti e veicoli 4×4. È marchiato M+S e le caratteristiche della mescola e del disegno ne consentono l’utilizzo “all season”. E’ uno pneumatico robusto e versatile per uso prevalentemente stradale ma che non disdegna affatto il fuoristrada. Grazie allo speciale disegno del battistrada, che all’interno presenta lamelle che favoriscono l’aderenza su fondi innevati e a bassa aderenza e che assicurano un’ottimo deflusso dell’acqua e nella parte esterna presenta caratteristiche più stradali in grado di assicurare ottimi spazi di arresto su asfalto asciutto, un buon confort di marcia grazie alla spalla chiusa e ottima guidabilità in tutte le condizioni. Un prodotto versatile quindi, robusto e multifunzionale, con un profilo ottimizzato per ridurre la resistenza al rotolamento ed aumentare il chilometraggio.

Il grande viaggio attraverso il Medio Oriente e l’Asia e ritorno sarà documentato e potrà essere seguito grazie ai profili social di Rainer Zietlow.

Read More

Continental a Cortina per il Top Customer Car Dealer 2017

Grande successo per il Top Customer Car Dealer 2017 di Continental, tenutosi a Cortina dal 12 al 14 luglio. L’evento, riservato ai professionisti delle migliori concessionarie italiane, si è svolto nella splendida cornice delle Dolomiti e ha unito sapientemente momenti di piacevole svago ad incontri di aggiornamento professionale.

Ad aprire la mattinata di lavori un interessante dibattitto che ha visto coinvolti Marc Aguettaz, CEO di GIPA e Alessandro Cerutti, direttore commerciale PLT di Continental Italia. I due ospiti hanno dato la propria visione del ruolo del post vendita in una dinamica di mercato in continuo mutamento in cui lo pneumatico rimane una leva strategica nella generazione di profittabilità aggiuntiva. Il giorno 14 protagonista è stato il prodotto. Marco Vellone, Direttore After Sales, ha descritto le novità di Continental sul mercato e ha tracciato le linee guida di Vision Zero, la visione strategica del gruppo incentrata sulla sicurezza stradale. Ha chiuso i lavori Linda Spagnoli, Car Dealer Manager di Continental, con una presentazione della strategia sul canale car dealer e di tutti gli strumenti della proposizione commerciale che, a 360°, sono di supporto alle concessionarie. Tra i punti di forza dell’offerta Continental sul canale, il progetto internazionale di formazione e consulenza commerciale Tyre Trade Manager, il cui obiettivo principale è quello di sviluppare il business degli pneumatici in concessionaria in maniera sostenibile e duratura nel tempo. Ampio spazio è stato infine dedicato alle domande dei partecipanti, incentrate su temi giuridici e normativi.

Un’attività di team building, a tema “giochi senza frontiere” ha visto il gruppo impegnato in varie attività. Il programma è culminato con una serata di gala interpretata in chiave “vacanze di Natale”, con tanto di ambientazione e gadget studiati ad hoc, alla quale ha partecipato, in versione mattatore, Jerry Calà, indimenticato protagonista della saga cortinese legata al film anni ottanta.

Per i partecipanti, quindi, un’importante occasione per discutere e condividere scenari sul futuro dell’automotive alla luce dell’evoluzione tecnologica che prefigura sempre nuove sfide per i professionisti del settore in un mercato in continua evoluzione. Per Continental, un modo per rafforzare una relazione che, andando al di là del business, si configura sempre più come una vera e propria partnership.

Read More

Il PremiumContact 6 di Continental ottiene due prestigiosi riconoscimenti internazionali di design

  • Il prodotto estivo polivalente per auto, dalle medie compatte fino all’alto di gamma, vince l’IF Design Award 2017 e il red dot design award 2017.

Il nuovo pneumatico estivo PremiumContact 6 per auto, dalle medie compatte fino all’alto di gamma, ha ottenuto due prestigiosi riconoscimenti internazionali di design. Le giurie dell’IF Design Award 2017 e del Red dot design award 2017 hanno premiato il PremiumContact 6 per il suo design particolarmente accattivante. Il designer di Continental Ulrich Behr, coinvolto nello sviluppo del nuovo pneumatico, commenta, “Siamo molto lieti, naturalmente, per questi riconoscimenti. Considerando il moderno design di uno pneumatico, il primo pensiero è rivolto di solito al disegno del battistrada. Che in effetti è un aspetto rilevante e che deve rispondere ai crescenti requisiti di sicurezza, handling e comfort. Ma anche il disegno della spalla gioca un ruolo importante: non serve soltanto ad indicare le informazioni fondamentali per il consumatore, in gran parte prescritte dalla legge, ma con il suo linguaggio di design contribuisce anche all’identità stessa del pneumatico che si deve uniformare con il look di gamma delle varie linee di prodotto”.

I due premi sono tra i più prestigiosi riconoscimenti al mondo in materia di design industriale e celebrano in maniera specifica le qualità di design che vanno a beneficio dell’utente finale. In entrambi i casi i vincitori sono scelti da un panel di esperti internazionali indipendenti.

Anche in termini di performance, il PremiumContact 6 ha ottenuto, sin da subito, ottime recensioni. Si è aggiudicato, tra gli altri, il test estivo di AutoBild, ottenendo i migliori risultati nella frenata sul bagnato e su strada asciutta, a confronto con altri 51 competitor. E’ stato anche insignito del titolo di “Eco-Champion”, per l’equilibrio di alto livello tecnologico tra le caratteristiche legate alla sicurezza e alle prestazioni green, con particolare riferimento alla resistenza al rotolamento e al chilometraggio.

Read More

Vision Zero: zero vittime, zero feriti e zero incidenti

In questo contesto di straordinario cambiamento è da collocare Vision Zero, la visione strategica del Gruppo Continental per i prossimi anni. Zero vittime, Zero feriti e Zero incidenti è infatti l’ambizioso traguardo che il gruppo pone al centro della propria strategia di sviluppo di sistemi e prodotti in grado di assistere – già oggi – e di sostituire domani l’uomo alla guida, di pari passo con la realizzazione dello scenario tracciato dallo sviluppo dell’intero ecosistema della strada che, insieme ai veicoli, diviene in futuro rete neuronale in cui l’insieme è superiore alla somma dei suoi singoli componenti.

Già oggi – prosegue De Martino – circa il 44% dei conducenti intervistati – (Fonte: Continental Mobility Study -The Connected Truck 2016) – considera i sistemi di guida autonoma e connessa come un fattore di scelta nell’acquisto del proprio veicolo. Questa percentuale sale al 72% tra i conducenti professionali. La velocità del cambiamento è molto elevata e Continental, grazie al suo ruolo di produttore di componenti tecnologici – sistemi e pneumatici – può svolgere un ruolo importante in collaborazione con i costruttori e partecipare – anzi guidare – il cambiamento in corso. Da qui nasce Vision Zero. Un concept che ci porta da subito a lavorare per risolvere il drammatico problema degli incidenti e di tutto ciò che ne consegue. 1,25 milioni di persone perdono la vita ogni anno nel mondo in incidenti sulla strada che rappresentano la prima causa di morte delle persone tra i 15 e i 29 anni (Fonte: OMS – 2017). La tecnologia, i sistemi evoluti, l’interazione dinamica tra veicolo e conducente e tra veicolo altri veicoli e infrastrutture già oggi può ridurre considerevolmente gli incidenti fino ad azzerarli del tutto in futuro.

In questo scenario dominato dalla tecnologia il ruolo delle persone sarà comunque centrale. “Gli ausili alla guida – conclude De Martino – stanno subentrando al conducente nella gestione del veicolo e lo faranno fino a sostituirlo totalmente, con l’obiettivo di rendere efficiente la mobilità e di azzerare gli incidenti. Gli automobilisti di domani avranno un ruolo di gestori e amministratori di sistemi complessi e interconnessi che sarà comunque centrale. L’esperienza della mobilità sarà innovativa, tecnologica, sicura e sostenibile.“

Il tema della guida autonoma risulta tra i più emergenti del momento, destando curiosità e immaginazione tra i consumatori e grande attenzione da parte delle aziende del settore.

“La guida autonoma sta assumendo un ruolo sempre più da protagonista nel mercato automotive“ dichiara Francesco Aresi, Responsabile commerciale della divisione Independent Aftermarket di Continental Automotive. ” Un tema che è trattato in ogni evento internazionale del settore, a cui guardano tutti i player di riferimento del mercato e a cui non ci si potrà sottrarre in un futuro prossimo. Il successo sarà determinato anche dagli utenti e dalla fiducia rivolta alle tecnologie utilizzate, che saranno in grado di rendere la mobilità del futuro più efficiente, più sicura e più confortevole”.

“La guida autonoma” prosegue Aresi “apre inoltre scenari interessanti: il mondo delle auto in generale sta cambiando e le auto si stanno trasformando. Tendenze e funzioni comunemente utilizzate nel settore dell’elettronica di consumo, come i servizi basati sulla connessione web, stanno influenzando sempre di più l’interazione tra conducenti e veicoli”.

Gli esperti del settore, insieme a Continental, forniscono le prime proiezioni: dal 2025 in poi dovrebbe essere possibile guidare in modalità completamente automatizzata dall’ingresso all’uscita delle autostrade, permettendo al conducente di riprendere la guida, interrompendo le funzioni automatiche, garantendo una maggiore sicurezza e un confort migliore.

Il 2025 non sarà l’anno del traguardo, ma solo l’inizio di un cambiamento straordinario. Tutto ciò favorisce una mobilità intelligente, minimizzando i rischi legati a potenziali distrazioni a cui il guidatore è normalmente sottoposto per garantire una maggiore sicurezza sulla strada.”

Le auto connesse – entro cinque anni saranno 250 milioni (fonte Gartner) – faranno parte di un sistema di 45 miliardi di oggetti connessi (stima). Oggi solo l’1% degli oggetti è connesso e si prevede un effetto positivo sull’economia globale, a seguito dello sviluppo dell’IOT (Internet of Things) stimato tra 4 e 11 mila miliardi di dollari (Fonte: McKinsey Global Institute) e con un volume di mercato di 57 miliardi di dollari per il settore automotive. La connettività è un mezzo attraverso il quale sarà possibile sviluppare nuovi modelli di business e il futuro dell’automotive si presenta denso di sfide e di opportunità per un player come Continental che ha in portafoglio soluzioni che comprendono sistemi intelligenti di ausilio alla guida e tecnologie altamente sviluppate – come i pneumatici – che possono lavorare in sinergia tra loro per garantire sicurezza, innovazione e sostenibilità.

La mobilità del futuro – ha spiegato Alessandro De Martino, amministratore delegato di Continental Italia – ci racconta la storia di un ambiente all’interno del quale i veicoli – siano essi mezzi pesanti per trasporto merci o persone oppure semplici automobili o motoveicoli – saranno parte di un ecosistema connesso nel quale essi dialogheranno tra loro e con le infrastrutture e forniranno all’utente un’esperienza di guida molto differente da quella di oggi. I mezzi avranno funzioni predittive avanzate e grazie al continuo interscambio di informazioni con i segnali stradali, con gli altri veicoli e con l’ecosistema circostante saranno in grado di svolgere autonomamente tutte le funzioni di base. L’interazione con il mondo circostante avverrà in modo automatizzato e il sistema veicolo-infrastruttura sarà in grado ad esempio di evitare ingorghi, progettando percorsi che cambiano in tempo reale in funzione dei flussi, ottimizzare le energie necessarie al movimento gestendo la guida in modo coordinato con gli altri veicoli, gestire le soste e prenotare parcheggi e altri servizi connessi alla mobilità e molte altre cose ancora. E soprattutto di evitare incidenti.”

  • In Autopromotec Continental riafferma l’indirizzo strategico del gruppo per il futuro. Il protagonista di domani è l’utente della strada consapevole, formato ed in grado di interagire con la tecnologia, sempre più protagonista.

  • Lo sguardo è rivolto alla guida autonoma e al ventaglio di tecnologie di ausilio alla guida che Continental è in grado di produrre, in uno scenario che cambia profondamente e rapidamente.

Bologna, 24 maggio 2017. Uno sguardo al futuro della mobilità: da qui si parte in AUTOPROMOTEC per Continental, che si presenta al salone del ricambio con una trimestrale che ha visto i ricavi del Gruppo in salita del 11,7%, trainati dalle tre divisioni automotive (Chassis & Safety, Powertrain, Interior) i cui ricavi crescono più velocemente del mercato. Con una proiezione di cifra di affari a fine anno che raggiunge i 43,5 miliardi di euro, il gruppo consolida la propria posizione di produttore di tecnologia leader nel mondo automotive e sicuro protagonista della svolta epocale del nuovo concetto di automobile – e più in generale di trasporto di merci e persone – che è stato delineato nel corso della conferenza stampa di avvio della rassegna bolognese. Positivi anche i dati del Rubber Group – nonostante un impatto negativo dell’aumento delle materie prime – i ricavi infatti sono saliti del 10,6 percento anno su anno per un valore complessivo di €4,3 miliardi in questo primo trimestre 2017.

Read More

Approvati i piani per il centro ricerche dedicato allo sviluppo della gomma da dente di leone ad Anklam (Germania)

  • Continental acquisisce un terreno nel parco industriale di Lilienthalring
  • Il piano sarà implementato a step successivi, dopo aver ottenuto il permesso per costruire il primo edificio
  • Il responsabile cantiere e il coordinatore agrario sono già stati selezionati nell’area di Anklam

 

Hannover, 3 aprile 2017. Gomma per pneumatici ricavata dalle radici del dente di leone: Continental ottiene l’approvazione, da parte dell’amministrazione cittadina di Anklam -MeclemburgoPomerania Anteriore, Germania – dei piani per la realizzazione di un centro ricerche per il progetto Taraxagum.

La proposta è stata approvata con ampio sostegno. I prossimi step consistono nell’acquisto, da parte di Continental, di circa 30.000 m² di terreno all’interno del parco industriale di Lilienthalring, a seguito dell’ottenimento del permesso per realizzare il primo edificio da parte del Comune. “Siamo molto grati al consiglio municipale per l’approvazione dei piani progettuali di lungo termine” commenta Burkhardt Köller, presidente del Management Board di Continental divisione pneumatici. “I prossimi step del progetto per il Taraxagum Lab Anklam, che saranno implementati uno alla volta, sono chiaramente definiti. Come annunciato nell’agosto 2016, nei prossimi cinque anni investiremo 35 milioni di euro per esplorare ulteriormente i processi di produzione della gomma, attualmente consolidati su scala di laboratorio e per trasferirli su scala industriale, passando dai grammi ai chili e alle tonnellate. Rappresentando un reale rischio d’impresa, siamo lieti della disponibilità del Consiglio comunale di Anklam che ci ha concesso il terreno, già individuato in precedenza, alla somma simbolica di un euro”.

“Prevediamo di aumentare progressivamente il numero di dipendenti dedicati al sito del Taraxagum Lab di Anklam sino a quota 20 unità entro il 2021” aggiunge Andreas Topp, Responsabile Sviluppo Materiali e Processi e dell’Industrializzazione Pneumatici di Continental. “Intendiamo al tempo stesso ampliare la superficie coltivata nella regione, passando da 15 a 800 ettari e incrementando la produzione agricola ad un livello misurabile in tonnellate. L’assunzione del nuovo responsabile di cantiere e del coordinatore agrario, entrambi scelti nell’area di Anklam, dimostra che qui ci sono condizioni perfette e non solo per la disponibilità dell’area coltivabile. Con l’implementazione dei prossimi step del progetto, Continental e il comune di Anklam sono proiettati verso un brillante futuro di cooperazione all’insegna del Taraxagum Lab Anklam. Riteniamo anche che questo progetto continuerà a suscitare un vasto interesse pubblico, così come accaduto negli ultimi anni”.

Continental e i suoi partner di progetto, il Fraunhofer Institute for Molecular Biology and Applied Ecology IME di Münster, il Julius Kühn-Institute di Quedlinburg e gli esperti di selettocoltura di ESKUSA a Parkstätten, negli anni passati hanno già ricevuto tre riconoscimenti per il progetto Taraxagum. Come dimostrano questi premi, gli esperti considerano l’industrializzazione della gomma naturale ricavata dalle radici di dente di leone un’innovazione molto promettente. In rappresentanza dei suoi partner, Continental ha ricevuto di recente l’Innovation Award 2016, presentato alla fiera internazionale Automechanika. Nel 2015 Continental e il Fraunhofer Institute for Molecular Biology and Applied Ecology IME, avevano ottenuto il prestigioso premio “Joseph von Fraunhofer” e nel 2014 il progetto si era aggiudicato il GreenTec Award.

 

Tutti I dettagli sul Taraxagum sono disponibili su www.taraxagum.com.

Read More

CES 2017: Continental presenta le tecnologie alla base della futura mobilità digitale

  • Biometrica applicata ai veicoli: incremento della sicurezza e reale personalizzazione
  • Intrattenimento flessibile: soluzioni cloud a bordo
  • Dynamic eHorizon per i motociclisti per garantire una maggiore sicurezza
  • Veicoli più intelligenti grazie alle funzioni “Intelligent Glass Control”
  • Superficie 3D per i display: nuovi orizzonti nel design della cabina di guida
  • Innovazioni nei sensori di prossimità e nelle centraline per la guida autonoma
  • Zonar: gestione intelligente delle flotte via tablet

Al CES 2017 (Consumer Electronic Show), l’annuale fiera della tecnologia di Las Vegas, Continental mostra la propria interpretazione della digitalizzazione applicata al mondo automotive attraverso una selezione delle più innovative tecnologie in tema di assistenza alla guida, sicurezza, eco-sostenibilità e connettività olistica.

“L’industria automotive è al centro di una vera e propria rivoluzione e noi di Continental stiamo giocando un ruolo attivo in questo cambiamento, grazie alla lunga e solida esperienza come sistemisti e nell’ambito della connettività dei veicoli.” afferma Helmut Matschi, membro del Board di Continental e capo della Divisone Interior.

Continental introduce la biometrica nel veicolo
Grazie alla combinazione tra sistemi keyless e avviamento PASE (Passive Start and Entry) con elementi di biometrica, Continental favorisce una maggiore sicurezza offrendo una reale possibilità di personalizzazione. Il guidatore, ad esempio, sarà in grado di avviare la propria auto in modo più sicuro grazie ad un doppio sistema di identificazione che agisce tramite chiave e sensore di impronte digitali. Inoltre potranno essere impostate diverse personalizzazioni – ad esempio per il sedile, la temperatura, la navigazione o l’intrattenimento musicale – tramite un sistema di riconoscimento facciale basato su telecamere interne all’abitacolo.
Gli elementi di biometrica potranno essere integrati in qualsiasi sistema intelligente indipendentemente dalla tecnologia di accesso utilizzata nel veicolo (Bluetooth® Low Energy o Low Frequency).

I sistemi di intrattenimento diventano intelligenti e flessibili grazie al cloud
Nell’ambito dell’intrattenimento di bordo, grandi opportunità derivano dal cloud, anche in termini di flessibilità. Le applicazioni che normalmente sono integrate nell’unità centrale potranno risiedere nel cloud, dove sono gestite e aggiornate in tempo reale su server molto potenti prima della visualizzazione.
Il sistema agisce anche come assistente digitale del guidatore, analizzandone le abitudini nei diversi momenti del giorno e della settimana e impostando di conseguenza in modo totalmente autonomo il programma di intrattenimento più adatto. Inoltre, potranno essere personalizzate anche altre applicazioni come la navigazione. Ad esempio se il guidatore si reca in palestra ogni mercoledì pomeriggio, il percorso per raggiungerla viene visualizzato automaticamente all’avvio dell’automobile. Anche le stazioni radio possono essere estremamente personalizzate: dalla scelta della stazione o del programma in base allo stato d’animo di quel momento o all’artista preferito, grazie al sistema che è anche in grado di dare suggerimenti in base alle abitudini di ascolto precedentemente analizzate.

eHorizon per moto: più sicurezza per i motociclisti
Grazie ad eHorizon di Continental, anche i motociclisti potranno vedere al di là degli ostacoli. Questa piattaforma permette di creare una comunità virtuale dove scambiarsi informazioni sui percorsi, sfruttando e condividendo i dati grazie alla cosiddetta swarm intelligence. I dati vengono raccolti e memorizzati nel cloud e messi a disposizione di tutti i motociclisti, segnalando in anticipo informazioni utili per la sicurezza di tutti gli utenti della strada, come ad esempio ostacoli lungo il percorso, lavori stradali, incidenti, olio o acqua sul terreno e ingorghi.

 

Un vetro ancora più intelligente
Il vetro intelligente di Continental, che permette di ottenere il giusto livello di oscuramento dei finestrini con un semplice tocco, è diventato ancora più ‘smart’. Grazie alla sua integrazione nel sistema di comunicazione elettronica del veicolo, assicura maggiore comfort ai passeggeri regolandosi automaticamente in base alle condizioni del traffico o atmosferiche e oscurandosi esattamente solo dove batte il sole. Anche il sistema di accesso keyless e di avviamento PASE (Passive Start and Entry) possono essere collegati al vetro intelligente e regolare l’oscuramento quando il guidatore è vicino al proprio veicolo. La soluzione Continental si adatta a differenti tecnologie, come SPD (Suspended Particle Device), EC (Electro-Chromatic) o PDLC (Polymer Dispersed Liquid Crystal).

Display 3D: nuove possibilità di design per il cruscotto
La crescente domanda legata a contenuti e funzioni digitali rende necessario lo sviluppo di display con superfici sempre più vaste. Quadri strumenti completamente digitali offrono grande duttilità e ampiezza di visualizzazione per i contenuti digitali ma poca flessibilità in termini di design. Continental per rispondere a queste esigenze ha progettato un display 3D di altissima qualità ed estremamente flessibile, in grado di adattarsi a qualunque design.

 

Dai cieli alla strada: LIDAR 3D Flash ad alta risoluzione con tecnologia aeronautica
Il sensore 3D Flash LIDAR (HFL) (LIDAR: Light Detection and Ranging o Laser Imaging Detection and Ranging è una tecnica di telerilevamento della distanza di un oggetto o di una superficie tramite impulso laser) permette al veicolo di monitorare in tempo reale l’ambiente circostante senza utilizzare componenti meccanici ma una tecnologia, mutuata direttamente dall’aeronautica, molto più precisa in ogni condizione climatica e di luce. La tecnologia HFL (Hydrogen Fluoride Laser) amplia il portfolio di Continental nell’ambito della sensoristica di prossimità dei veicoli applicata in particolare ai sistemi avanzati di assistenza alla guida e alla guida automatizzata.
Continental ha anche ottenuto un premio nella categoria “Vehicle Intelligence” per il suo radar di prossimità con le soluzioni “Trailer Merge Assist” e “Trailer Length Detection”.

L’unità di controllo per la guida assistita e automatica migliora la interconnessione
La centralina per la guida assistita e automatica (ADCU: Assisted & Automated Driving Control Unit) svolge un ruolo centrale per favorire l’interconnessione tra telaio e sistemi elettronici di sicurezza, che normalmente operano in isolamento. ADCU è un elemento centrale per Continental per implementare la sicurezza e le funzioni necessarie alla guida automatizzata. Dal momento che le azioni sono regolate centralmente, è possibile armonizzare i sistemi anche in caso di interventi simultanei.

Zonar: la gestione intelligente della flotta via tablet
Grazie a Zonar, recente acquisizione in ambito tecnologico di Continental, allo stand sono presentate anche le tecnologie per la gestione intelligente delle flotte di trasporto merci e passeggeri. In primis, il nuovo sistema ZonarConnect™, un tablet di nuova generazione sempre connesso in rete, che offre ai gestori di flotte commerciali un maggiore controllo sui loro processi di business. Il tablet soddisfa i requisiti dell’applicazione brevettata EVIR (Electronic Verified Inspection Report), è certificato AOBRD (Automatic On-Board Recording Device Regulation) ed è già pronto per la certificazione statunitense ELD (Electronic Logging Devices).

Read More

Anche Continental scende in pista per il Fischer 4MATIC Tour by Mercedes-Benz

A partire dalla tappa in Val Senales (BZ) / Alto Adige, Continental scende in pista a fianco del Fischer 4MATIC Tour by Mercedes-Benz, manifestazione che abbina l’eccellenza della trazione integrale 4MATIC a Fischer, marchio leader nel settore dello sci. Un calendario di appuntamenti per vivere una coinvolgente snow experience all’insegna di alta tecnologia e massima performance, durante i quali Continental offre un ulteriore contributo alla sicurezza, attraverso la qualità e alta tecnologia. Nella stagione invernale, infatti, aumenta il rischio di incidenti e la scelta dei pneumatici diventa fondamentale per garantire la massima sicurezza alla guida, a prescindere dalla presenza di neve e ghiaccio.

Il Fischer 4MATIC Tour by Mercedes-Benz, ha preso il via lo scorso 3 dicembre e prevede complessivamente 26 appuntamenti, sino al 14 marzo 2017: l’occasione ideale per valorizzare le coperture invernali Continental.

Passa a trovarci e segui Fischer 4MATIC Tour by Mercedes-Benz.

 

Il programma del Tour
Con 26 Appuntamenti distribuiti in Alto Adige, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Valle d’Aosta, Lombardia, Piemonte, Abruzzo, Toscana, il Fischer 4MATIC Tour by Mercedes-Benz promette di portare nei comprensori Italiani uno snowshow al altissimo livello tecnologico.  Si parte dall’Alto Adige il 3

Dicembre e si chiude il 14 Marzo a Livigno. Tra le tappe non potevano mancare la Val Gardena, il Plan de Corones, l’Abetone, Cortina e Cervinia e in alcune delle 26 tappe sarà possibile effettuare il Test drive delle automobili 4Matic Mercedes.

DATA LOCALITÀ
03 – 04 dicembre Val Senales (BZ) / Alto Adige
08 – 11 dicembre Plan de Corones (BZ) / Alto Adige
16 – 18 dicembre Racines (BZ) / Alto Adige
27 – 28 dicembre Arabba (BL) / Veneto
29 – 31 dicembre Cortina d’Ampezzo / Veneto (BL)
01 – 02 gennaio San Martino di Castrozza (TN) / Trentino
03 – 05 gennaio Alpe di Siusi (BZ) / Alto Adige
06 – 07 gennaio Monte Bondone (TN) / Trentino
8 – 10 gennaio Val Gardena (BZ) / Alto Adige
14 – 16 gennaio Sestola (MO) / Emilia Romagna
18 – 19 gennaio Alpe di Lusia (TN) / Trentino
21 – 22 gennaio Abetone (PT) / Toscana
24 – 25 gennaio Pila (AO) / Valle d’Aosta
27 – 28 gennaio Ovindoli (AQ) / Abruzzo
29 – 30 gennaio Campo Felice (AQ) / Abruzzo
04 – 05 febbraio Roccaraso (AQ) / Abruzzo
07 – 09 febbraio Tonale (TN) / Trentino
11 – 12 febbraio Bardonecchia (TO) / Piemonte
13 – 14 febbraio Champoluc (AO) / Valle d’Aosta
15 – 17 febbraio La Thuile (AO) / Valle d’Aosta
18 – 19 febbraio Gressoney (AO) / Valle d’Aosta
20 – 21 febbraio Cervinia (AO) / Valle d’Aosta
23 – 25 febbraio Bormio (SO) / Lombardia
26 – 27 febbraio Madesimo (SO) / Lombardia
04 – 05 marzo Prato Nevoso (CN) / Piemonte
11 – 14 marzo Livigno (SO) / Lombardia
Read More

Continental partecipa ad Autopromotec 2017

Tecnologia, innovazione, sicurezza, sostenibilità e capacità di immaginare il futuro. Sono queste le parole d’ordine del team Continental che sarà presente alla 27esima edizione di Autopromotec, la più specializzata biennale internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico, in programma a BolognaFiere dal 24 al 28 maggio presso il padiglione 20, stand A70.

Il Gruppo organizzerà una conferenza stampa il 24 maggio alle 11.30 all’interno del suo stand. Sarà l’occasione per presentare scenari di mercato e le ultime novità in casa Continental, nella nuova strategia di comunicazione integrata, che vede parlare con una sola voce le divisioni Tires e Automotive, rappresentate rispettivamente da Continental Italia Spa e Continental Automotive Trading Italia.

Read More